Gli oggetti per dormire servono davvero?

Il mercato propone sempre più spesso ricette magiche per far dormire i bambini da soli per cui necessitano di copertine, peluche, cuscini antisoffoco. E’ davvero quello di cui ha bisogno un bambino?
In realtà gli studi scientifici ci dicono tutt’altro. I bambini hanno bisogno di cure costanti e amorevoli per crescere sani. Tutti gli oggetti che mettiamo nei lettini dei nostri figli uno studioso di neuroscienze potrebbe correre verso la culla dei vostri figli per salvarli.
Spesso però gli interessi economici hanno la meglio sugli interessi dei bambini, per questo occorre essere chiari, mettere nella culla di un neonato oggetti come peluche, paracolpi, cuscini antisoffoco e copertine di varia natura e consistenza è PERICOLOSO. E’ ormai indicato in ogni linea guida delle società di pediatria internazionali, dal ministero della salute che questi oggetti sono correlati con il rischio di soffocamento e della morte in culla (SIDS). Allo stesso modo coprire troppo i neonati mentre dormono, è pericoloso perchè i circuiti celebrali che mandano il segnale ai bambini di “risvegliarsi” stanno maturando e la carenza di ossigeno e l’immaturità del sistema di termoregolazione infantile contribuisce a mettere a rischio il bambino.
Tutte questi tentativi di venderci la radiolina di turno, l’orsacchiotto o il cuscino antisoffoco o chissà quale altra diavoleria in realtà servono a noi adulti per alimentare il nostro pensiero magico con il quale pensiamo di comprare il sonno nostro e del nostro bambino. In realtà nessun oggetto può sostituire il caldo abbraccio, il respiro tranquillo e il suono del battito cardiaco della propria mamma o papà. Sì perché come molte mamme hanno sperimentato i bambini anche i più grandicelli dormono meglio a contatto con i loro genitori.

Tutti questi oggetti ma a volte anche farmaci e servizi offerti da professionisti di dubbia competenza che ci assicurano di far dormire i bambini, sono tutti tentativi di indurci a pensare che la fisiologia del sonno dei bambini possa essere piegata dalle leggi di mercato. Chi ne fa le spese sono i bambini che non sono in grado di difendersi da tutte queste pratiche.

Così spesso finiamo per comprare il peluche che ci faccia sentire meno soli in questo viaggio di notti fatte da risvegli. Tutti questi oggetti o servizi evocano dentro di noi la rassicurazione che stiamo fornendo tramite gli oggetti quel calore umano che i bambini ci chiedono.

E se invece pensassimo che con i soldi risparmiati da questi oggetti o servizi possiamo forse farci aiutare in qualche altro modo di giorno?

Almeno fino a tre anni i bambini si svegliano di notte, questo è fisiologico e sano. Le esperienze di contatto certo possono essere per alcuni di noi faticose e allo stesso tempo possono essere il modo in cui la vita ci insegna ad amare in un modo pieno di rispetto, ascolto ed  empatia per la relazione con i nostri bambini.

Giuditta Mastrototaro

Ecco alcune indicazioni che contribuiscono a rendere sicuro il sonno dei neonati:

  1. Posizionalo supino a pancia in su.
  2. Lascia che dorma nella tua stessa stanza.
  3. Non esporlo al fumo.
  4. Evita temperature superiori ai 20°C con l’eccesso di vestiti o coperte.
  5. Fai attenzione che abbia sempre la testa scoperta.
  6. Il materasso rigido e senza sbarre, laccetti o angoli in cui il bambino potrebbe incastrarsi.
  7. Non dormire con il bambino in divani, poltrone e letti ad acqua con trapunte imbottite.
  8. Puoi dormire insieme al tuo bambino, se lo allatti al seno, le tue facoltà non sono alterate da farmaci o altro, il tuo bambino è sano nato a termine e vi posizionate su una superficie sicura.
  9. Nel caso non fosse allattato di notte il succhiotto può essere protettivo.

Bibliografia per approfondire:

Mc Kenna J, Evolutionary Medicine. New York: Oxford University , Press 1999

Bowlby J, A secure base: Clinical Applications of Attachment Teory. Boca Raton, FL Taylor and Francis, 2005

Miller A, Thou Shalt Not Be aware: Society's Betrayal on the Child. New York: Meridian Books, 1984

Gordon, M Rotts of Emphaty: resposive parenting, caring societies. Kejo Journal of Medicine 52, no 4 (2003): 236-243

Mc Kenna J. Di notte con il tuo figlio Il lenoe Verde. Torino 2011.

La Leche League Italia. Sogni d'oro. Erga Edizioni. Genova 2019

Montessori M. Il bambino in famiglia. Garzanti Editore. Milano 1991

 

 

Precedente Cinque passi educativi per gestire le emozioni Successivo Le sei regole delle relazioni